Business plan fotovoltaico

business plan fotovoltaico

Nell’articolo di oggi parliamo del business plan fotovoltaico. In particolare, andiamo a scoprire quanto può essere redditizio questo modello di business, quanto costa in Italia e quali informazioni inserire all’interno di un piano aziendale.

Iniziamo con il nostro focus su business plan fotovoltaico.

Il fotovoltaico in Italia

Hai un progetto imprenditoriale che riguarda il fotovoltaico? Ottima idea! Il settore, in Italia, è in decisa crescita. La potenza installata è, infatti, aumentata di circa il 10% nel 2022 e si prevede che continuerà a crescere nei prossimi anni.

A fine 2022 la potenza installata di impianti fotovoltaici in Italia era pari a 25.344 MW, di cui 13.961 MW nel settore residenziale, 7.393 MW nel settore industriale e 3.990 MW nel settore terziario. Nel 2022 la produzione elettrica da fotovoltaico è stata di 26,2 TWh, ossia circa il 7% del fabbisogno elettrico italiano.

Da non sottovalutare la possibilità di accesso agli incentivi. Quali? Parliamo di un regime fiscale agevolato (sconto su IVA e IRPEF) e dell’ormai celebre Superbonus 110% (pur soggetto a recenti modifiche).

Quanto è redditizio?

La redditività di un impianto dipende anche da alcuni fattori come dimensione, localizzazione e capacità di ottenere i vari incentivi. Tutti dettagli che vengono analizzati in un business plan.

I costi di installazione di un impianto fotovoltaico in Italia si aggirano intorno ai 4.000 euro per kWp. L’investimento può generare un ritorno di circa il 10% dopo 10 anni. Questo significa che, per un impianto da 3 kWp, con un costo di installazione di 12.000 euro, il proprietario dell’impianto vedrà un ritorno di circa 1.200 euro all’anno.

Per aiutarti a chiarire meglio questo ultimo aspetto, ecco una previsione di guadagno nell’arco di un anno, per un’azienda e per un impianto residenziale.

  • Un’azienda che installa un impianto fotovoltaico da 1 MWp può generare un fatturato di circa 1 milione di euro all’anno.
  • Un privato che installa un impianto fotovoltaico da 3 kWp può risparmiare circa 3.000 euro all’anno sulle bollette energetiche.

É chiaro che per una definizione dettagliata occorre un business plan fotovoltaico.

Business plan fotovoltaico: quali informazioni inserire?

Vuoi preparare un business plan fotovoltaico che ti servirà sia internamente che eventualmente per presentarti a banche o investitori?

In linea generale, il tuo piano aziendale dovrà mettere in risalto principalmente due caratteristiche: la sostenibilità ambientale e economico-finanziaria del progetto sul medio-lungo periodo.

Nei prossimi paragrafi andiamo a vedere quali sono le informazioni chiave da inserire.

Executive Summary, descrizione dell’azienda e analisi di mercato di un business plan fotovoltaico

L’executive summary dovrà essere lungo al massimo 2 pagine e dovrà subito chiarire le informazioni che il lettore troverà all’interno del documento. Dunque, descrizione del progetto fotovoltaico, gli obiettivi a breve e lungo termine, informazioni di base sull’azienda e sul team.

Adesso puoi passare alla descrizione del progetto, inserisci informazioni sull’azienda: la sua missione e la sua vision, la storia, il background, la struttura e i ruoli chiave.

Questa area del business plan fotovoltaico può essere completata con un’adeguata analisi di mercato che includa:

  • Analisi del settore fotovoltaico in generale e del mercato locale in particolare.
  • Ricerca di mercato sull’energia solare, inclusi trend e prospettive future.
  • Identificazione e analisi dei concorrenti.

Come creare un business plan: scopri i consigli di Massimo Ciaglia

Prodotto, pianificazione strategica, SWOT

Ora è venuto il momento di entrare ancora più specifico del piano, con la descrizione dettagliata sia delle caratteristiche tecniche che dei vantaggi competitivi offerti dall’impianto (o, più in generale, dei servizi forniti).

All’interno della pianificazione strategica ti consigliamo di inserire obiettivi chiave a breve e lungo termine, strategie di marketing e vendita, piani di sviluppo futuro.

È opportuno, a questo punto, offrire al potenziale investitore anche un’analisi SWOT con l’identificazione di punti di forza, debolezze, opportunità e minacce. Questa è anche l’occasione per rispondere ad una domanda importante: in che modo l’azienda affronterà le sfide e sfrutterà le opportunità?

Business plan efficace: guarda anche la pillola video

L’area economico-finanziaria e legale

L’ultima area di un business plan è, probabilmente, anche quella a cui la banca, il fondo, il business angel o comunque il potenziale investitore a cui ti rivolgerai, guarderà con maggiore interesse. Si tratta di 5 capitoli in cui inserirai:

  • Analisi finanziaria: proiezioni finanziarie, inclusi bilancio, conto economico e flusso di cassa. Fonti di finanziamento e necessità finanziarie. Analisi di sensitività e scenari finanziari.
  • Pianificazione operativa: processi operativi e logistici. Piani di gestione delle risorse umane. Piani di approvvigionamento e gestione delle forniture.
  • Impatto ambientale e sostenibilità: approfondimenti sull’impatto ambientale positivo del progetto fotovoltaico. Strategie per massimizzare la sostenibilità.
  • Rischio e mitigazione: identificazione dei rischi associati al progetto fotovoltaico. Piani di mitigazione per affrontare e ridurre i rischi.
  • Aspetti legali: adempimenti normativi e autorizzazioni necessarie. Rispetto delle normative ambientali e di sicurezza.

Business plan fotovoltaico: accedi al servizio con Grownnectia

Stai preparando il tuo business plan fotovoltaico? Puoi contare su Grownnectia! Il nostro team è a tua disposizione e pronto a preparare il documento in tempi brevi e rispondendo in maniera sartoriale alle tue esigenze.

Il tuo documento non solo sarà su misura per te, ma a prova di investitore

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA PER IL TUO BUSINESS PLAN