Business plan aziendale: struttura e come svilupparlo

business plan aziendale

Il business plan aziendale (anche conosciuto come piano industriale o piano aziendale) è uno strumento fondamentale per le imprese sotto più punti di vista.

È un documento interno, utile per tenere sott’occhio i passi già effettuati e quelli ancora da fare, ma è anche il tramite per far fornire a un potenziale investitore le necessarie garanzie sulla bontà del progetto imprenditoriale.

Business plan aziendale: le aree che non possono mancare

L’attività di business planning è molto delicata. Questa è la ragione per cui, di solito, viene affidata a più persone e non a un singolo professionista, che difficilmente ha in sé tutte le necessarie competenze per portare a termine la realizzazione del documento.

Il business plan aziendale, infatti, comporta conoscenza di più campi. Entrano in gioco aree afferenti al marketing, all’economia, alla finanza, alla giurisprudenza. Andiamo a vedere come deve essere un buon business plan.

Business plan struttura: dalla copertina all’analisi di mercato

Le basi di un buon business plan aziendale sono composte da una copertina d’impatto, dall’executive summary e dalla descrizione dell’impresa, ma anche da un’adeguata analisi di mercato. In particolare:

  • Copertina: includi il nome dell’azienda, il logo, i dettagli di contatto
  • Sommario Esecutivo: Sintetizza i punti chiave del tuo business plan, includendo gli obiettivi, la mission, i prodotti/servizi offerti, il mercato di riferimento e le proiezioni finanziarie. Nonostante sia la prima sezione, molti esperti consigliano di scriverla alla fine.
  • Descrizione dell’Impresa: presenta l’azienda, la sua storia, la sua missione, la visione e gli obiettivi a lungo termine. Specifica la forma giuridica dell’azienda (Srl, Spa, Snc, etc.) e fornisce informazioni su proprietà e organizzazione.
  • Analisi di Mercato: descrivi il tuo mercato target, le tendenze, le esigenze dei clienti e la concorrenza. Identifica i punti di forza, debolezza, opportunità e minacce del tuo business con l’analisi SWOT.

Qui puoi scaricare un esempio pratico di business plan.

Marketing, management e piano operativo

I successivi tre capitoli del business plan piano aziendale possono essere dedicati al marketing, al team e al piano operativo.

  • Strategia di Marketing: piano di posizionamento del prodotto o servizio, strategia di pricing, canali di distribuzione, strategie di promozione e pubblicità strategie di vendita
  • Team: organigramma dell’azienda, profili del team di gestione. Ruoli e responsabilità chiave, piano di crescita del personale
  • Piano Operativo: processi chiave, pianificazione delle risorse, logistica e catena di approvvigionamento, fornitori e partnership strategiche

Piano finanziario e rischio

Le ultime 2 aree del business plan aziendale possono essere dedicate al piano finanziario e ai fattori di rischio.

  • Piano finanziario: proiezioni finanziarie (bilancio, conto economico, flusso di cassa), investimenti iniziali, fonti di finanziamento, punto di pareggio, analisi di sensitività.
  • Rischio: identificazione dei rischi chiave, strategie di mitigazione, piani di contingenza

Qui puoi scaricare l’indice di business plan con dettaglio sul piano finanziario.

Business plan spiegazione: guarda la pillola di Massimo Ciaglia

Business plan: i pericoli dell’intelligenza artificiale

Compilare un business plan aziendale è un’operazione ardua, puoi essere tentato, per questo, ad affidarti alle possibilità offerte dall’Ai. Attenzione però, perché non tutto è oro ciò che luccica. Ecco alcuni motivi per cui è sempre meglio affidarsi a professionisti con esperienza.

  • Esperienza e la competenza umana. Un team di professionisti con esperienza nella stesura di business plan ha una conoscenza approfondita del settore di riferimento, delle dinamiche di mercato e delle tecniche di pianificazione aziendale. L’intelligenza artificiale, al contrario, non è in grado di comprendere appieno questi fattori e può quindi produrre un business plan che non sia accurato o efficace da presentare agli investitori o alle banche, ma anche da seguire come guida.
  • Esigenze specifiche dell’azienda. Un team di professionisti può lavorare a stretto contatto con l’imprenditore per comprendere le sue esigenze specifiche e le sue aspettative. L’intelligenza artificiale, al contrario, può solo fornire un prodotto standardizzato che potrebbe non soddisfare le esigenze dell’azienda.
  • Feedback personalizzato. Un team di professionisti può fornire feedback personalizzato all’imprenditore per aiutarlo a migliorare il suo business plan aziendale. L’intelligenza artificiale, al contrario, può solo fornire un feedback generico che potrebbe non essere utile all’imprenditore.

Per saperne di più: lo schema del business plan

Scopri i pacchetti Grownnectia

Stai lanciando il tuo progetto imprenditoriale e vuoi supporto per la stesura del tuo business plan aziendale? Niente paura! Il nostro team è a tua disposizione per offrirti tutti i consigli di cui hai bisogno.

Scopri come realizzare il tuo business plan. Riceverai, a costi contenuti, il tuo business plan su misura per te e in tempi brevi. Ti aspettiamo!

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA PER IL TUO BUSINESS PLAN