esempio di business plan

Esempio di business plan: scarica gratis e i 7 errori da evitare

Ti abbiamo parlato spesso del piano aziendale e della sua importanza in chiave strategica. In questo articolo, ti forniremo un esempio di business plan da scaricare gratis insieme ai consigli sugli errori da evitare nel redigerlo.

Esempio di Business plan: gli errori da evitare

Un business plan è un documento importante, ma che può anche diventare un boomerang, nel caso non sia realizzato a regola d’arte. Prima di fare focus su un esempio di business plan, ecco alcuni errori che devi assolutamente evitare.

Non avere un business plan

Il primo errore che  la tua azienda (o magari quella per cui lavori) può commettere è… non avere un business plan. Se è vero che esistono case history di successo, legati ad imprese che hanno conquistato il mercato anche senza piano aziendale, è anche vero che il mondo delle startup, e in più in generale delle realtà aziendali, dimostra sempre più di pretendere questo documento.

Investitori, banche, startup competition, bandi: sono tutti ambiti all’interno dei quali il piano aziendale non è più una opzione, ma una necessità.

Ti consigliamo di leggere il nostro articolo con 3 esempi pratici di business plan.

Sbagliare l’executive summary

Passiamo ora a parlare dell’executive summary, prima del nostro esempio di business plan.

È il sommario del business plan. Il lettore troverà un sunto di ciò che leggerà nel resto del documento. Dati dell’azienda, informazioni su mercato di riferimento, conto economico, strategie di marketing, sintesi finanziaria etc.

Attenzione. Questo non vuol dire essere prolissi! In questa fase bisognerà fare un lavoro di sintesi ed evitare di dilungarsi oltre le 2 pagine.

Ti interessa scoprire di più su questo punto? Il sommario è il primo impatto che il lettore ha con il business plan: non fallire! Scopri come preparare un executive summary a prova di investitore.

Analisi di mercato fake

TAM, SAM, SOM. Hai mai sentito parlare di questi acronimi? Probabilmente sì. Si tratta, rispettivamente di:

  • Total Addressable Market (TAM). Il mercato globale
  • Serviceable Available Market (SAM). La fetta di mercato su cui la tua azienda si andrà a posizionare
  • Serviceable Obtainable Market (SOM). La nicchia di mercato effettivamente aggredibile

Si tratta di una ricerca complessa: la tentazione è quella di tagliare corto e quindi presentare un business plan con all’interno un’analisi di mercato con dati errati o, addirittura, peggio, del tutto inventati. Questo vale anche per la PEST e la SWOT Analysis, nonché il conto economico e finanziario.

Il nostro consiglio, in questo senso, è: prenditi il tuo tempo e realizza un’analisi di mercato perfetta. Non sottovalutare il potenziale investitore o finanziatore che sta leggendo il documento: da esperto del settore capirà immediatamente se i dati che ha davanti sono credibili.

In caso contrario, stanne certo, scarterà il tuo business plan.

Vuoi saperne di più su TAM, SAM, SOM, PEST e SWOT Analysis? Leggi l’articolo di Massimo Ciaglia

Dare poco spazio al team

Un capitolo del business plan dovrà essere dedicato al team. Non basterà citare i componenti del team: inserisci le esperienze pregresse di ciascuno, questo contribuirà ad aumentare la credibilità del progetto. Coloro che leggeranno il tuo business plan, infatti, vorranno avere la ragionevole certezza che alle spalle ci sia un gruppo capace ed esperto.

Compiere errori ortografici e/o refusi

Non si tratta dell’errore in sé. Un business plan con errori ortografici e/o refusi lascia intendere che chi ha scritto il documento lo abbia fatto con molta poca professionalità, trascuratezza. Non dimenticare, inoltre, che chi ha davanti agli occhi il piano aziendale non ha tempo da perdere: errori di questo genere possono spazientire e irritare.

Raccontare male il progetto

“Le avventure accadono a chi le sa raccontare”, recita un aforisma di Jerome Bruner. Non pensare di convincere un investitore a puntare sul tuo progetto se non sai raccontare la tua idea di business: in questo caso dovrai giocare con il copy, rendendo la narrazione coinvolgente e affascinante. Il rischio di annoiare il lettore, purtroppo, è alto!

Se vuoi vedere come si racconta un’idea agli investitori, partecipa al nostro Pitch Day. Per la prima volta, dopo anni, daremo la possibilità di far partecipare anche altre startup, interessati e curiosi in qualità di uditori.

Qui maggiori info sul Pitch Day.

Troppo lungo o troppo corto

Quanto deve essere lungo un business plan? Non esiste una lunghezza ideale, molto dipende dallo scopo del documento. In linea generale questo documento si aggira intorno alle 100-120 pagine, ma molto dipende anche dal suo scopo: un business plan per crowdfunding, ad esempio, potrà essere lungo anche una ventina di pagine (dove giocheranno molto le immagini).

Esempio di business plan: come creare il tuo piano aziendale perfetto

Un esempio di Business Plan

Cerchi un esempio di business plan? Innanzitutto, devi sapere che non sempre le voci che lo compongono sono uguali, ma possono cambiare, a seconda dei casi, da azienda ad azienda, da settore a settore. Tipicamente, le voci che non mancano mai sono le seguenti:

  • executive summary: come detto, si tratta del sommario delle informazioni contenute nel resto del documento
  • azienda e team: le info e la storia dell’azienda, mission, vision, il team e il suo background
  • il prodotto o servizio: la descrizione del prodotto o del servizio offerto. È l’occasione giusta per parlare della reason why: il motivo per cui il cliente si rivolgerà alla tua azienda per ottenere il bene proposto e non alla concorrenza
  • marketing: strategie di marketing, sia online che offline
  • analisi di mercato: TAM, SAM, SOM (a cui abbiamo accennato in precedenza), analisi della concorrenza, analisi PEST (fattori politici, economici, sociali e tecnologici che possono influire sul tuo business)
  • financial plan: drivers&assumption, previsione di vendite e costi, piano del personale, prestiti&investimenti, conto economico a 3 o 5 anni, bilancio, rendiconto finanziario, cash flow, breakeven, capex, working capital, premoney evaluation, grafici&tabelle riassuntive

Esempio di business plan pratico

Ti abbiamo appena indicato 7 errori da evitare nella realizzazione del tuo piano aziendale. Per comprendere meglio l’argomento, però, Ti consigliamo di scaricare subito un esempio di business plan da scaricare gratuitamente.

Ti ricordiamo anche che per la realizzazione del tuo business plan puoi contare su Grownnectia! Scegli il piano che più si adatta alle tue esigenze e ottieni il tuo piano aziendale su misura per te.

Lascia un commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

PARTECIPA A THE STARTUP CANVAS EXPERIENCE l'11 OTTOBRE ORE 17 (Solo per 10 partecipanti)