lavoro da remoto offerte

Lavoro da remoto, offerte e opportunità di settembre

Stai cercando lavoro, ma non lo hai ancora trovato nella tua città? Se stai pensando di cercare lavoro da remoto, offerte e posizioni aperte in startup possono rivelarsi delle vere e proprie occasioni per trovare il tuo primo impiego o dare una svolta alla tua vita professionale!

Oltre alle offerte di lavoro in sede, sia in Italia che nel mondo, sono molte le startup che aprono posizioni da remoto.

Questa tendenza è in crescita dopo un periodo difficile come quello della lunga emergenza da COVID 19. Dopo lockdown e restrizioni, che hanno completamente stravolto la routine quotidiana sia delle aziende che dei lavoratori, è emerso un nuovo modo di lavorare che si sta consolidando.

Scopri tutti i vantaggi dello smart working, sia per te che per il tuo futuro datore di lavoro.

Se le offerte di lavoro da remoto di Agosto ti hanno incuriosito, non perdere l’occasione d’inviare la tua candidatura direttamente alle aziende elencate per le migliori posizioni aperte in startup di settembre.

Le startup preferiscono il lavoro da remoto: offerte e posizioni aperte

L’aumento dell’interesse delle aziende, e in particolare delle startup, al telelavoro si riscontra dall’aumento delle posizioni aperte per il lavoro da remoto. Offerte ed opportunità d’impiego riguardano moltissimi settori, ed i benefici sono davvero molti.

Per molte realtà imprenditoriali il remote working risulta essere la scelta ideale, con vantaggi non soltanto per il lavoratore, ma anche per il datore di lavoro.

Molte aziende già avviate lo stanno applicando, ma ancor di più sono le startup che lo hanno adottato e che ne hanno fatto il loro punto di forza.

Come ad esempio noi di Grownnectia, che da sempre lavoriamo in smart working.

Se vuoi scoprire quali sono gli strumenti che utilizziamo per digitalizzare tutti i processi o se vuoi avviare la transizione al digitale della tua azienda/startup, scrivici pure a [email protected]. Saremo felici di supportarti in questo delicato passaggio!

Ma continuiamo con il nostro focus sulle offerte di lavoro.

Dalla parte del dipendente o collaboratore, il remote working dà la possibilità di lavorare da casa o dovunque si voglia. Senza l’obbligo di recarsi in ufficio ogni giorno, c’è una maggiore flessibilità con conseguente guadagno di tempo.

Creando un ambiente di lavoro ad hoc si possono ridurre le distrazioni tipiche dell’ufficio ed il lavoratore più organizzato potrà svolgere più in fretta i task assegnati, guadagnando tempo libero.

Il datore di lavoro, invece, passando dal modello tradizionale al remote working, generalmente riscontra un aumento di produttività che rende i lavoratori più soddisfatti e concentrati. Si innesca quindi un meccanismo meritocratico.

Quando l’azienda assume un lavoratore da remoto può sceglierlo in un più ampio bacino di utenti: non esistono più i limiti geografici legati alla vicinanza al posto di lavoro. Avrà quindi più possibilità di trovare il candidato perfetto per quel ruolo non dovendosi limitare geograficamente nei dintorni della sede.

È chiaro che non tutti i ruoli sono adatti al telelavoro, come non tutti i lavoratori si trovano a proprio agio in questa situazione. Il requisito principale, oltre a possedere la tecnologia adatta, è un’ottima organizzazione sia degli spazi che del tempo.

Dal canto suo, il datore di lavoro dovrà necessariamente circondarsi di persone fidate, perché non sempre avrà la possibilità di controllare il loro operato.

Accanto a questo modello di lavoro totalmente da remoto, ci sono delle soluzioni ibride. Ad esempio con il flexible working o smart working le due parti possono concordare di trovarsi in sede alcuni giorni al mese o alla settimana.

Spesso è necessario un incontro face to face per organizzare il lavoro, che poi verrà svolto in autonomia.

Le startup, proprio per la loro struttura gerarchica più libera, consentono una migliore applicazione dello smart working. Ma, a differenza delle aziende già avviate, il rischio di fallimento delle startup è più alto.

Per questo motivo, succede spesso che i fondatori decidano di costituire team interamente in remote working. Questo gli permette di non lasciarsi sfuggire dei talenti, che potrebbero fare la differenza tra il successo o il fallimento dell’idea imprenditoriale.

10 posizioni aperte in startup di settembre

Ecco le migliori proposte di lavoro da remoto del mese. Offerte e posizioni aperte a cui candidarsi per entrare a lavorare in startup da remoto.

  • Product Marketing Manager – HelpScout: Lavora da remoto full-time per quest’azienda di Boston con un team diffuso per tutto il mondo. I benefit sono numerosi, oltre alla possibilità di gestire numerose attività tra cui il lancio e pianificazione di nuovi prodotti.
  • Freelance Content Contributor – Newsela: Sei un copywriter con esperienza in traduzione (in spagnolo) e correzione di testi? Invia il tuo CV per lavorare da remoto per questa piattaforma internazionale che produce contenuti didattici.
  • Marketing Content Manager – Newsela: Sempre la piattaforma di contenuti didattici Newsela offre lavoro da remoto in qualità di Marketing Content Manager.  In questo ruolo puoi occuparti delle esigenze e dei fruitori del servizio creando contenuti di prim’ordine che puntino all’engagement e alla conversione.
  • Demand Generation Manager – Mavrck: Una posizione in startup che si occupa d’influencer marketing, un settore sempre più in voga a livello di promozione aziendale e non. Al candidato è richiesto sviluppare, implementare e supportare il lancio di una campagne strategiche. Ad esempio tramite e-mail, SEO, annunci a pagamento, annunci display, sponsorizzazioni, social, webinar e altro ancora.
  • Technical Product Manager – Ordermark: Per un aggregatore di piattaforme di delivery food, un interessante offerta di lavoro se sei amante del settore. Al product manager sarà chiesto di partecipare alle attività di un team, veloce e al passo coi tempi, che punta a scalare in questa fetta di mercato. Le skills richieste sono: forti doti comunicative e capacità di project planning di livello esperto.
  • Freelance Resume Writer – Talent Inc.: Un lavoro part-time da remoto per chi necessita di una certa flessibilità, all’interno di un’azienda dinamica che punta a rivoluzionare il modo in cui si può cercare lavoro.
  • Account Executive – PadSplit: Inizia a lavorare in una startup che punta a rivoluzionare il settore immobiliare, contribuendo ad entrare in nuovi mercati. Candidati se sei abituato a mantenere i contatti con potenziali clienti ed a rapportarti giornalmente con il team vendite e altri dipartimenti.
  • Support Instructor, General Chemistry – Clutch Prep: Se hai una preparazione accademica in chimica e ti piace divulgare le tue conoscenze, puoi candidarti per questa posizione ed entrare come istruttore video per studenti. 
  • Content Writer – Optimonk: Se ti piace scrivere e il marketing e la tecnologia ti appassionano, entra nel team di Optimonk. Questa startup ungherese punta a rivoluzionare il mercato dell’ecommerce offrendo tool user-friendly e adottando un nuovo approccio di marketing alla messaggistica. Posizione da remoto part-time.
  • Communication Specialist – Maharishi Foundation International (MFI): Se ti occupi di comunicazione potrai occuparti della gestione strategica e delle linee guida di e-mail e altre comunicazioni digitali agli utenti delle applicazioni mobili e web di MFI. Fra gli obiettivi del lavoro ci sono la customer satisfaction, la fidelizzazione degli utenti e ad altri obiettivi determinati in consultazione con i vari stakeholders.

Vuoi rimanere aggiornato sulle nuove offerte di lavoro per startup nazionali e internazionali?

Lascia un commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial