startup traction

Startup Traction: da qui inizia il successo del tuo business

Il raggiungimento della traction è il primo passo verso il successo della tua startup? La risposta a questa domanda è di certo affermativa. Scopri tutto quello che c’è da sapere in merito.

Nei precedenti articoli abbiamo parlato di agevolazioni fiscali per startup e delle 18 call a cui partecipare. Oggi parliamo di traction.

Cosa si intende per startup traction?

Probabilmente ti starai chiedendo cos’è la traction. Pertanto, prima di capire perché il successo di un business è legato fortemente a questo aspetto, è bene focalizzare l’attenzione sul significato di queste parole.

Come ben saprai, il cammino di una startup è costellato di piccoli e grandi step da fare per arrivare a costruire una realtà solida e di successo. Si parte sempre da un’idea, ritenuta vincente, e si deve arrivare a rendere il tutto concreto e redditizio. Prima di tutto l’idea va validata e quando si arriva sul mercato è necessario crescere. In particolare è necessario migliorare nelle metriche di crescita velocemente, ossia creare traction!

Cosa c’è in mezzo tra il punto di partenza e quello di arrivo? Possiamo affermarlo con certezza: c’è un processo di crescita e, soprattutto, di presa sul mercato. Ed è proprio qui che si colloca la traction.

Andiamo per gradi. Cosa significa startup traction e perché è importante tutto questo per una startup all’inizio della sua avventura? Rispondendo a queste domande, potrai capire anche in che modo far evolvere la tua realtà lavorativa.

 

Cosa significa traction?

La traduzione letterale della parola è trazione. Sappiamo bene, però, che questo potrebbe confondere le idee ed è quindi necessario fare un dovuto approfondimento.

In un senso più lato, questa parola sta ad indicare la possibilità di una startup di fare presa su un determinato mercato e, quindi, di crescere. Questa definizione, di certo più calzante, ti aiuta già a capire che in questo processo viene inglobata una fase vitale per la tua attività: quella della validazione del prodotto/servizio che offri.

Solo da qui parte la crescita di una startup e, quindi, si dà il via al successo della stessa. Ora bisogna capire in che modo ottimizzare la traction.

 

Come ottimizzare la startup traction

Focalizziamo la nostra attenzione sulle azioni da svolgere per procedere spediti ed evitare gli intoppi. Del resto, se si parla di ottimizzazione si intende proprio questo.

Con la traction si capisce se c’è qualcuno interessato ad acquistare quello che offri e come e quanto ti stai posizionando sul tuo mercato di riferimento. Quindi, in questo specifico momento del cammino verso il tuo successo, arriverai a capire se il progetto che porti avanti è, o meno, valido. Se ci sono possibili acquirenti del tuo bene o del tuo servizio, se le metriche ti indicano che gli acquirenti o gli utenti crescono velocemente, allora sei sulla strada giusta.

Del resto, acquisire clienti e mantenerli sono i due principali fattori che influenzano il futuro di una startup. Senza troppi giri di parole: se non si hanno acquirenti e/o clienti, il business è destinato a fallire.

Per ottimizzare il tutto sarà necessario andare a capire come ottenere clienti per la tua startup e come ottimizzare i lead. Esistono diversi canali per farlo e si deve effettuare un’analisi approfondita degli stessi per capire verso quale propendere. Ma poi è importante anche la retention, ossia mantenerli fidelizzarli e portarli a comprare nuovamente.

Attenzione, però, a non impostare un approccio chiuso: potresti finire con l’investire sui canali sbagliati e, quindi, non riuscire a ottenere i risultati tanto sperati.

 

Come misurare la traction

Chiediamoci, quindi, come fare per misurare la traction in maniera concreta. Del resto, non si tratta di un qualcosa di astratto e, quindi, anche questo parametro va misurato, soprattutto perché ti aiuta a capire se il progetto che hai messo in piedi è votato al successo.

Tuttavia bisogna fare un appunto. Non è sempre semplice misurare la traction, dato che si devono prendere in considerazione diversi fattori, alcuni dei quali poco prevedibili perché esterni alla tua attività.

Cosa fare a questo punto? Semplice: dovrai porti degli obiettivi chiari e dovrai anche stabilire in che modo misurare il successo della tua attività. Qualche idea? Il numero di clienti che stai acquisendo è un’ottima metrica, ad esempio. Così come lo è anche un fatturato in crescita.  Esistono delle metriche, denominate metriche di crescita adatte a rappresentare in maniera oggettiva la tua traction.

Ogni tipo di attività dovrebbe essere valutata in base a delle specifiche metriche, che cambiano anche a seconda della tipologia o del settore di appartenenza.

Arriviamo, quindi, alla domanda finale. Abbiamo capito perché è importante la startup traction, ma ora dobbiamo analizzare per chi lo è. A chi interessano questi dati?

 

Per chi è importante la startup traction

Dopo aver fatto chiarezza sul significato della parola traction in rapporto a una startup, è utile approfondire e capire a chi interessa tutto ciò.

Senza dubbio, il primo soggetto interessato sei tu e dovrebbero esserlo anche i tuoi eventuali dipendenti, dato che ne va del futuro dell’attività. Ma non solo. Anche gli investitori sono molto interessati all’argomento.

Se la tua attività non ha appeal e non riesce ad attirare l’attenzione dei clienti, allora non attirerà neppure quelle degli investitori. Cosa significa? Che la tua startup inizierà a navigare in cattive acque.

Ecco perché è importante monitorare sempre questo aspetto, cercando di capire in cosa migliorarsi qualora sia necessario farlo.

Vuoi migliorare la traction della tua startup?

Lascia un commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial