Advisor in una startup

Il ruolo dell’advisor in una startup: ecco cosa devi sapere

Scopri l’importanza del business advisor in una startup e quindi all’interno del tuo progetto.

Stai facendo una startup e non sai con quali figure, esterne al team, dovrai avere a che fare?

E’ l’articolo che fa per te! Qui, infatti, affronteremo il ruolo dell’advisor in una startup. Sei pronto?

Ora mettiti  comodo e leggi quello che abbiamo da dirti.

Se stai sviluppando un progetto startup entrerai prima o poi in contatto con una di queste figure: mentor, advisor, coach e consulenti.

Precedentemente il nostro focus è stato come brevettare e tutelare un sito web. Oggi il nostro focus si incentrerà solo su una di queste figure, ovvero l’advisor per startup.

Prima però facciamo chiarezza sulle tre figure che abbiamo citato, ossia advisor, mentor e coach e cerchiamo di capire insieme le differenze.

1. Mentor in una startup

Un mentor è una persona che principalmente offre un servizio di consulenza, grazie alla sua grande esperienza sia nell’ambito di startup che pmi. Il rapporto con il mentor è personale, offre consigli pratici su come muoversi nell’ecosistema startup. Ti starai chiedendo come entrare in contatto con loro, possiamo suggerirti che in questo caso di solito sono assegnati da incubatori o programmi di accelerazione. Talvolta un mentor può innamorarsi di un’idea e investire se la ritiene vincente.

2. Coach in una startup

Il coach è una persona che ha uno stretto rapporto con tutto il team e coordina tutta la fase organizzativa: dai primi passi da compiere fino al lancio del progetto.  La differenza tra advisor e coach è che il primo si concentra nel risolvere problemi finanziari, di mercato o altre macro problematiche. Mentre il secondo ha il compito di aiutare le persone a risolvere le problematiche interne di minore spessore, anche semplicemente nel validare il prodotto sul mercato.

3. Advisor in una startup

Veniamo quindi alla figura dell’advisor. Un advisor ha un rapporto di lungo periodo con la startup e fornisce consulenza di alto livello. Infatti advisor è un sostantivo inglese derivato dal verbo to advise (consigliare) e indica chi dà consigli per professione. In termini economici finanziari l’advisor per una startup è un consulente, di alto livello, in grado di sostenere e supportare l’imprenditore e l’intera startup in: fusioni e acquisizioni, joint-venture e vendita della stessa (exit).

Perché scegliere un business Advisor?

L’intervento del business advisor o financial advisor è utile e diventa indispensabile quando le operazioni che ruotano intorno alla tua startup si fanno più complesse. Ormai è un segno tangibile che la sua figura negli ultimi anni ha assunto un ruolo di primo piano nel mondo economico-finanziario, specialmente in ambito startup.

Peraltro c’è anche un importante tema legato alla autorevolezza che la startup assume avendo nel suo advisory board, uno o più advisor di fama. Un advisor non accetta di operare con tutte le startup, proprio perché ci mette la faccia e sceglie solo le migliori. Per cui nel momento in cui troviamo nel board un advisor di livello, la startup assume molta credibilità verso gli investitori.

La mission di un advisor è quella di accelerare la tua startup aiutandola nella definizione delle migliori strategie di crescita e di fund raising. Per fare questo è sempre meglio avvalersi di figure competenti e trasversali come: coach, advisor e mentor che potranno offrirti, attraverso attività di mentoring e coaching, tutto il sostegno e le informazioni di cui avrai bisogno.

Le strategie di accelerazione, dalla validazione del problema a quella del mercato, sono studiate in maniera sinergica tra te e il tuo advisor di riferimento per essere, prima che condivise, comprese, analizzate e strutturate ad hoc per il tuo progetto.

In proposito in Grownnectia, è stato strutturato ad hoc il percorso PAY4GROWTH. Si tratta di un innovativo percorso che, basato sui modelli della Silicon Valley, struttura le migliori strategie per la crescita sostenibile del tuo progetto imprenditoriale, sviluppando il miglior investor deck e la più corretta strategia di fund raising adatta allo stage della tua startup, migliorandone in soli 6 mesi la traction. All’interno c’è inclusa anche una academy con tanti corsi specifici per gli startupper.

A supporto del tuo progetto sarà predisposto un team di professionisti composto da mentor, coach, advisor ed un team di oltre 30 consulenti dedicati al progetto per 6 mesi.

Sei una startup in cerca di fondi e di partner con cui collaborare?

Lascia un commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial